Una delle parole chiave più ricercate nei motori di ricerca principali presenti sulla Rete, da Google a Bing, è la keyword Macao. L’interesse crescente per la “città dei balocchi” distribuita lungo la striscia di Cotai, a pochi chilometri di distanza dalla metropoli di Honk Kong, scaturisce dalla trasfigurazione che ha subito l’enclave cinese negli ultimi anni. L’investimento di cifre impressionanti ad opera di tycoon internazionali e locali, la legalizzazione del gioco d’azzardo nel paese che per oltre un secolo fu ostaggio di Mao Tse Tung e della dittatura cinese, hanno completamente cambiato il volto della città trasformandola in una delle mete turistiche più ricercate dai viaggiatori su internet.
Sulla base dei diktat imposti dal modello statunitense, in particolare delle città di Las Vegas e Atlantic City, la nuova imprenditoria cinese ha deciso di investire in maniera prepotente su un settore particolare, quello del gioco d’azzardo, sfidando senza filtri quel governo che ancora pone dei limiti ai giocatori cinesi. Il capitale investito nella striscia di Cotai ha permesso alla joint venture tra tycoon americani e cinesi di ingaggiare i migliori ingegneri, architetti, designer e, soprattutto, stipulare convenzioni e partnership con l’aziende leader nel settore del gambling e dei casino.
Era impensabile che in un posto talmente lontano dalle logiche consumistiche americane e europee potesse nascere la Disneyland del gioco d’azzardo, come è stata definita nella guida sui 10 casino più belli di Macao stilata dalla redazione di casinoheroes.org. La ricostruzione al dettaglio delle atmosfere della laguna nel colosso The Venetian, il viaggio nel futuro del terzo millennio proposto dal City of Dreams, l’esclusività del Grand Valdo Casino, le impossibili quanto fantastiche geometrie del Casino Lisboa e del suo ‘brother’ Grand Lisboa, tutto è decisamente titanico e impressionante.
Il reportage sui 10 casino più cool di Macao vi guiderà a 360° in una delle mete più ambite non solo per gli incalliti appassionati del gioco d’azzardo ma anche per tutti gli amanti del turismo luxury che desiderano evadere dalla routine quotidiana per farsi trasportare in un mondo magico lontano dal trambusto delle metropoli e dalle frustrazione dei propri capi.
L’opzione decisamente più cool di Macao è data dallo StarWorld, ospitato nel modernissimo grattacielo rivestito di vetro del Galaxy-StarWorld Hotel.
Tre sono i fattori che lo rendono imperdibile. In primis l’ubicazione strategica: lo StarWorld si trova proprio nel cuore dell’Avenida de Amizade, a breve distanza dalla maggior parte della famosa catena dei casinò – come il Macao LKF. Gli amanti del food e della movida notturna potranno assistere ai concerti esclusivi di star internazionali al 16 piano del Whisky and Cigar Bar, e degustare le cene gourmet all’Inagiku Japanese Restaurant o al Jade Garden. Questo colosso presenta arredamenti e stile di livello superiore alla media, così come il custode service che gli ha permesso, nel 2008, di vincere il Diamond Award 5-Star concesso dalla American Academy of Hospitality Sciences nel 2008.
Il viaggio di Macao nel futuro del gambling è appena iniziato, ma l’evoluzione dell’economia cinese e il fenomeno della globalizzazione non escludono che i tycoon del mercato internazionale possano investire in futuro nuovi capitali in mete che potrebbero rivelarsi fertili come la striscia di Macao