Ecco alcuni dati che riassumono la situazione italiana per quanto riguarda il gioco nei casino online degli ultimi anni.

Sapevate che oltre 3 milioni di italiani ha provato almeno una volta a scommettere attraverso internet? E che circa 1 milione scommette con regolarità ogni mese? Negli ultimi anni le case da gioco virtuali hanno riscosso sempre più successo tra gli utenti italiani, un po’ perché il livello di divertimento e coinvolgimento è aumentato notevolmente con l’avvento di nuove tecnologie e un po’ perché, diciamocelo, agli italiani piace scommettere da sempre!

Anche il numero di donne interessate al gioco d’azzardo online è aumentato. Fino a pochi anni fa questa attività era quasi del tutto praticata da uomini, mentre nel 2013 il numero di giocatrici è aumentato fino a raggiungere il 14% del totale. Il profilo statistico del giocatore nei casino online, basato sui dati raccolti da AAMS negli anni 2012 e 2013 rimane comunque quello di un uomo, di età compresa tra i 20 e i 45 anni, preferibilmente di estrazione sociale media.

Al contrario di quello che si possa pensare, la quantità di denaro dedicata al gioco nei casino online non è così alta, almeno per più del 50% dei giocatori, che investono in questo passatempo meno di 25€ al mese. Circa il 15% invece gioca ogni mese meno di 50€, mentre la restante percentuale di giocatori investe importi superiori ai 50€. Di tutti i giocatori, una percentuale compresa tra il 10% e il 15% termina il mese con un bilancio positivo rispetto a quello di partenza, ovvero con una vincita in tasca.

In aumento anche il numero di giocatori che si collega ai casino online tramite dispositivi mobili Android e Apple, fenomeno supportato dalla recente corsa allo sviluppo di sistemi compatibili con tablet e cellulari. Per sapere quali casino offrono già il gioco su dispositivi mobili, potete visionare la lista dei casino mobile italiani.

Per quanto riguarda le preferenze in termini di giochi, vediamo che tra gli uomini i favoriti sono ancora i giochi classici come Roulette e Blackjack, mentre le donne passano la maggior parte del tempo alle slot machines o praticando i cosiddetti “skill games”, cioè giochi nati come passatempo che sono stati convertiti in giochi per denaro.

Da non sottovalutare però il fenomeno della dipendenza da gioco: le stime parlano di 700.000 italiani a rischio ludopatia, tra tutti quelli che effettuano con regolarità scommesse di qualsiasi genere. Non si hanno stime certe però sul numero effettivo di soggetti a rischio che sviluppa una vera e propria dipendenza. Ricordate, giocate sempre senza esagerare!